Cagliari Futsal - Official Website

NEWS - E vigilia di Cagliari-Aosta. I rossoblu chiamano i tifosi al PalaConi

Pubblicazioni

NEWS

E vigilia di Cagliari-Aosta. I rossoblu chiamano i tifosi al PalaConi

Pubblicato il: 01/04/2016 - 20:34
Scritto da: Ufficio Stampa - Matteo Piga
Stampa Articolo


Un giorno al grande match. Si avvicina la grande sfida contro Aosta per strappare il pass salvezza senza passare dalla post season. I rossoblu tra mille difficoltà e infortuni sono pronti per la gara della verità. La partita, che inizierà alle 16 al PalaConi, promette spettacolo. Quello dei ragazzi in campo che cercheranno di togliersi la gioia più grande in una stagione difficile. Campionato tosto quello di A/2 nella stagione 20015/2016, livellato verso l’alto e con valori tecnici importanti. In tutto questo il Cagliari Futsal se l’è giocata fin ora con tutti e a ottimo livello ma, adesso, serve l’ultimo sforzo decisivo.

Ed è proprio quello che vuole fare tutto il gruppo, giovani e veterani, che attendono il pubblico delle grandi occasioni, così come il presidente Marco Vacca che spera in un PalaConi delle Grandi occasioni "Non posso pensare a Cagliari senza una A/2. Ma non devo essere il solo a pensarlo e ci deve essere un impegno anche da parte dei Cagliaritani - dice il presidente - in cambio gli assicuriamo di restare nel panorama nazionale con l’impegno di far meglio nel prossimo campionato".

Dal campo a chiamare a raccolta i tifosi per la sfida salvezza è uno dei giovani terribili di questo Cagliari. Antonio Mura, classe ’93, ma da tempo in rossoblu, scalpita per trovare spazio e dare il suo supporto anche nel match più importante, per portare a casa il risultato più bello.

Antonio che settimana vi lasciate alle spalle in vista della partita più importante?

Nonostante le tante difficoltà, anche questa settimana, ci siamo allenati bene. Si sono aggregati al gruppo anche i ragazzi dell’Under perché siamo contati per colpa dei troppi infortuni. Ma al di là di questo ci siamo allenati bene e con concentrazione: ci serve per affrontare la partita contro Aosta al meglio. I giocatori più esperti del gruppo stanno dando una grande mano ai più giovani e io sto avendo, fortunatamente, questa opportunità per dimostrare al mister quanto valgo. Vediamo cosa potrò dare, se giocherò, nella partita più importante.

 

Proprio Aosta rappresenta la sfida decisiva.

Non possiamo sbagliare. Siamo un punto sopra il Carmagnola che vincendo ci metterebbe nei guai. Quindi dobbiamo pensare solo a vincere. Non vogliamo rischiare di fare i playout sia perché con gli infortuni non stiamo vivendo un buon momento, sia perché alcuni giocatori hanno fatto tante partite e a fine anno potrebbe farsi sentire la fatica e essere tutto più difficile.

Come si vive dentro il campo una sfida come questa? C’è la possibilità di distrarsi ascoltando i risultati dagli altri campi?

Personalmente non guardo mai cosa fanno le altre squadre. Penso solo a dare il meglio e cercare di vincere. Mai come in questo caso ci serve una vittoria per decidere il nostro destino.

Siamo alla fine della stagione. Come è stata per te?

All’inizio è stata un po’ difficile. Non avevo molto spazio e dovevo dare il massimo e anche di più per conquistarmi un po’ di spazio. Il mister per mi sta aiutando sempre, a ogni allenamento, per crescere. Nelle ultime partite soprattutto ho cercato di dare il massimo, come contro Carmagnola, anche se abbiamo perso. Anche contro Arzignano ho cercato di fare il possibile. Peccato per la sconfitta perché abbiamo giocato bene. Ma contro Aosta daremo tutto perché ci teniamo davvero tanto a questa salvezza.

 

Come lo vede il futuro Antonio Mura?

Io vorrei restare a Cagliari. Non so chi ci sarà l’anno prossimo, ma io vorrei restare in questa bella società. Ci sono da quattro anni e vorrei poter crescere qui e continuare in questo progetto.

Proprio il progetto quest’anno è stato molto diverso.

Si c’è stata una rivoluzione e molti compagni sono andati via, come l’allenatore. Ma quello che abbiamo è un bel progetto e un bel gruppo. Al di à di tutto quest’anno è stato positivo al 100%. I miei compagni mi danno sempre una mano e mi fanno crescere. Questo è uno stimolo in più per far vedere al gruppo di che pasta sono fatto.

Che messaggio dai ai tifosi per la gara contro Aosta?

Di starci vicino e venire al Palazzetto. Serve il supporto dei nostri tifosi per dare tutto e portare a casa questa vittoria. Speriamo di festeggiare con loro.

 

CAGLIARI-AOSTA

PalaConi ore 16

ARBITRI: Carmelo Papotto (Roma 1), Simone Pisani (Aprilia) CRONO: Nicola Steri (Cagliari)


Torna all'elenco NEWS